mercoledì 3 settembre 2008

Il giorno di dolore che uno ha

Non so come, ma a quanto pare in un momento di disattenzione uno dei miei colleghi mi ha inserito nella lista dei volontari per l´annuale “staffetta aziendale” sponsorizzata da DHL in un parco di Copenhagen.

La gara é un evento molto popolare (attira quasi 100mila persone fra partecipanti e fancazzisti che assistono alla corsa bevendo birra e mangiando salsicciotti grigliati), in cui squadre composte da 5 partecipanti/colleghi di lavoro corrono uno dopo l´altro un tragitto di 5 km passandosi il testimone.

La mia ditta ha partecipato con 4 team, e il mio si é qualificato secondo… nonostante la mia performance: a dire la veritá ho corso per almeno 3,5 km, e camminato in altri tratti quando una vocina ansimante mi diceva “ma chi cazzo te lo fa fare, coglione!”

Le foto qui sotto dimostrano senza bisogno di ulteriore commento la mia smagliante forma fisica

Come consequenza oggi tra l´altro mi sento i quadricipiti come fossero di legno, e infatti l´ufficio si riempie di urla inumane quando mi tocca fare le scale… E tutti per incoraggiarmi mi dicono che domani mi faranno ancora piú male :eek:

 



7 Commenti su “Il giorno di dolore che uno ha”

  1. 1 Luigi

    Sei un grande!!!

  2. 2 TopGun

    Dai che sopravviverai.
    Sei molto meglio di quelli che sono rimasti col culo sul prato a mangiare!!!

    Grats!

  3. 3 Francesco

    heheh… tackar tackar :mrgreen:
    A proposito di culi… in effetti la mia strategia di gara era trovare una fanciulla con un bel culo e starle appresso… purtroppo continuavano a correre davvero troppo forte :razz:

  4. 4 GattoVI

    Beh, quelli che sono rimasti sul prato a mangiare sono vispi ed arzilli ;-) E vogliamo parlare di quelli che hanno bevuto? ;-)

  5. 5 Francesco

    Sul mangiare ho risparmiato commenti… Tutte le altre ditte avevano un bel grill e mangiavano spiedini e salsicce, i nostri avevano portato l´arrosto di carne semicruda tipico danese (c´é bisogno di dire che fa schifo?) e un´insalata di pasta disgustosa e dolciastra (e qui ci sarebbe da aprire un altro capitolo su quali capacitá ci vogliano per rendere disgustosa una semplicissima insalata di pasta… ci vuole coraggio!! Cazzo… compra invece due pomodori e un po´ di formaggio… va bene anche la feta!!)

  6. 6 Eleonora

    Ma se ti volessi parlare e chiedere un paio di informazioni come posso contattarti? Dai, che se vengo in Svezia potrei prepararti una cena di ringraziamento senza pasta dolciastra! :razz:

  7. 7 khelidan

    Bha pensavo ti fossi dato alla madre di tutti gli sport….:D

    P.s:la feta e buonissima!!! :lol: